Stampa 

È iniziata con il calcio di inizio battuto dall’Arcivescovo Don Arrigo Miglio e si è conclusa con la vittoria dell’Oratorio di Cagliari San Massimiliano Kolbe la partita della Junior TIM Cup, disputata sabato allo Stadio Sant’Elia nel pre-gara Cagliari-Fiorentina. 

Grande entusiasmo dei ragazzi che oltre all’emozione di giocare in uno stadio di Serie A hanno avuto anche la gioia di avere un pubblico d’eccezione: i campioni delle squadre del Cagliari Calcio e del Fiorentina.

«È tutto il pomeriggio che provavo a fare goal e finalmente ci sono riuscito» commenta Andrea, attaccante della squadra vincitrice con la felicità negli occhi .

«È un’ottima iniziativa per i ragazzi» dice Michele Cabras, l’arbitro del CSI che ha condotto il match «si tratta di un torneo di imortante, di alto livello, ma in quanto amichevole consente di mantenere sempre un accento fraterno e di gioco».

«È un torneo che porta avanti i valori della grinta e della lealtà, fondamentali per crescere in campo come nella vita»

commenta Don Arrigo Miglio, Arcivescovo della Diocesi di Cagliari

«la grinta è fondamentale per raggiungere il proprio obiettivo, mentre la lealtà significa rispettare le regole, non solo del calcio, ma della quotidianità».